VERSO IL NUOVO SINDACATO

Assemblea Regionale RdB Calabria

Lamezia Terme -

COMUNICATO STAMPA

 

 

Si è svolta a Lamezia Terme, presso la sala congressi dell’AeroHotel Phelipe, l’Assemblea Regionale del Sindacato RdB che sarà l’ultima della sua storia.

Il sindacato, infatti, sta concludendo un percorso, intrapreso da tempo con altri pezzi del sindacalismo di base, per arrivare al congresso nazionale, che si terrà a Roma dal 21 al 23 maggio prossimo, alla nascita di un nuovo soggetto sindacale.

Il processo di aggregazione del sindacalismo di base, sta vedendo protagonisti, oltre alla RdB, anche la SDL, larghi pezzi della CUB e vede, inoltre, la concreta attenzione di altri sindacati, interessati alla strada intrapresa da RdB e dagli altri.

Il nuovo soggetto sindacale, che si chiamerà Unione Sindacale di Base (USB), sarà una confederazione che organizzerà una larga fetta di lavoratori sia del pubblico che del privato, presentandosi come l’unico concreto argine ai continui attacchi al mondo del lavoro ed ai lavoratori, portati avanti sistematicamente dagli ultimi Governi.

L’Assemblea Regionale della RdB, dopo aver analizzato lo stato dell’organizzazione in Calabria, ha evidenziato come questa scelta di dare vita alla USB, sia nata in un momento di grande salute del sindacato in Calabria, dove la consistenza numerica degli iscritti, soprattutto nel pubblico impiego e nel settore dei precari, ha raggiunto il massimo storico con alcune migliaia di lavoratori organizzati con RdB.

La SDL, tramite il suo responsabile regionale calabrese, Bruno Graziano, ha portato il saluto dell’organizzazione che tra un mese si fonderà con RdB.

Dopo la relazione dell’Esecutivo Regionale e un interessante dibattito sviluppato dai vari delegati, l’assemblea ha registrato l’intervento di Umberto Fascetti dell’Esecutivo Nazionale Federazione RdB e le conclusioni di Paola Palmieri, della Direzione Nazionale RdB Pubblico Impiego.

Al termine dell’Assemblea sono stati eletti i delegati che parteciperanno al Congresso Nazionale di Maggio a Roma.

L’appuntamento per i lavoratori calabresi, è già fissato per i cosiddetti “congressi di ritorno”, che, dopo la nascita di USB, dovranno eleggere gli organismi dirigenti provinciali e regionali, sia delle due categorie, pubblico e privato, sia della Confederazione.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni