Riunione regionale LSU/LPU: comune di Rossano

Rossano Calabro -

Si è svolta, nella sala rossa del comune di Rossano, la riunione regionale dei  lavoratori LSU/LPU, per fare il punto della situazione sulla questione inerente alle stabilizzazioni dei precari.

Infatti, come denunciato da USB, il governo nei giorni scorsi aveva deciso di escludere, dai decreti in approvazione, la parte che prevedeva l’utilizzo dei fondi regionali per le contrattualizzazioni.

I lavoratori di Rossano, hanno quindi convocato tutte le OO.SS., ma, oltre alla USB, erano presenti solo la confial e la cgil, eppure la riunione era particolarmente importante per capire cosa fare per sostenere l’emendamento alla legge 101 dell’art. 8, al fine di garantire le risorse finanziarie, inizialmente escluse, anche per l’anno 2016.

Gli altri sindacati presenti all’incontro, hanno ringraziato i parlamentari, D’Ascoli e Lo Moro (della coalizione di governo) per la presentazione dell’emendamento ed esposto il loro punto di vista in merito a come si stanno evolvendo i vari passaggi in sede di politica.

La USB, invece, è andata oltre ed ha posto l’accento su altre questioni:

-          che l’emendamento non avrebbe neanche dovuto essere presentato, poiché l’art. 8 (oggi è diventato articolo art. 9) era stato portato in consiglio dei  ministri più volte, ma né il governo, né la coalizione ha mai ritenuto di doverlo discutere;

-          che il percorso che ha visto in questi anni la USB impegnata assieme ai lavoratori LSU/LPU ha radici lontane ed è proseguita anche con l’insediamento della giunta regionale presieduta da Oliverio, dove sin dal primo giorno abbiamo evidenziato, rimanendo inascoltati, come la soluzione dei fondi tra Stato e regione presentava qualche lacuna, invitando il presidente a far sì che il governo storicizzasse questi fondi;

-          che dopo la denuncia di USB, gli interventi sono continuati con la venuta a Catanzaro del sottosegretario all’Interno Bocci, il quale si era impegnato (non mantenendo quanto detto) a portare a compimento l’iter per il finanziamento dei fondi necessari per mantenere standard di servizi adeguati attraverso i lavoratori LSU/LPU;

-          che, in occasione di un dibattito a Marina di Gioiosa con alcuni parlamentari ed il sottosegretario all’interno Bubbico, la USB ha organizzato una manifestazione nel corso della quale ha preteso (e ottenuto) di incontrare i parlamentari, i quali si sono impegnati a presentare l’emendamento in discussione.

Nel corso dell’incontro di Rossano, la USB ha proseguito invitando i lavoratori a non cullarsi su quanto fatto e a non attendere passivamente, quindi, l’approvazione dell’emendamento, anche perché di questo governo, come dei precedenti, NON abbiamo grande fiducia, in quanto l’ultimo giorno per l’approvazione degli emendamenti (se non verranno stracciati prima dal governo) sarà il prossimo 8 agosto 2015.

Inoltre, a nostro avviso, bisogna chiedere non solo l’approvazione dell’emendamento, ma anche la storicizzazione delle risorse, per riuscire a stabilizzare, una volte per tutte, questi lavoratori, senza aspettare la fine dell’anno.

La USB, quindi, ha invitato tutti i lavoratori a mantenere lo stato di agitazione, a mobilitarsi ed ad organizzare ulteriori manifestazioni insieme, a partire dai posti di lavoro, lottando contro chi ci ha dichiarato guerra.

                           p. la USB Calabria                                                                                      Agostino ATTADIA e Bruno GRAZIANO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni