Misure urgenti di gestione amministrativa

Crotone -

All’Amministrazione comunale di Crotone

 pro-tempore

 

L’USB chiede chiarezza e trasparenza al Commissario straordinario e al Segretario del Comune di Crotone, già disastrato per le dimissioni del Sindaco, le varie indagini che ne fanno da corona, e il susseguire nell’ultimo anno e mezzo del collocamento a riposo per raggiungimento dei limiti di età e per pensionamento “Quota 100”, con una drastica riduzione di organico di circa 150 unità, che portano il comune ad avere una carenza di 300 dipendenti.

In questo momento di grande impegno istituzionale vogliamo far presente:

  • Il rischio di perdere il “treno” delle assunzioni, ricordando che già dal 2019 non è stato rispettato il rapporto 1a 1 (per ogni pensionamento si poteva ricorrere ad una nuova assunzione), questa “dimenticanza”, si sta perpetuando anche nel 2020 con il rischio di non poter assumere nei prossimi anni;
  • Il rischio che la città rimanga senza agenti di polizia municipale, che tra l’altro garantiscono l’ordine pubblico, già ridotti a “lumicino”;
  • la mancata valorizzazione del personale interno, già formato da lunghi anni di esperienza e con il titolo di studio per l’accesso alla categoria superiore. Ricordiamo che tali verticalizzazioni erano già previste nel piano triennale del fabbisogno del personale sia per il 2019 e 2020;
  • la mancanza di programmazione e gestione del personale per la ormai tramandata carenza di dirigenti (4) di ruolo, tanto che quelli che ci sono svolgono compiti non propri;
  • che nonostante vi sia la presenza di numerosi avvocati, si preferisca dare l’incarico ad esterni con notevole aggravio di spese per l’ente;
  • Che la nomina di 60 specifiche responsabilità unite alle 10 particolari responsabilità andrebbero a “sbriciolare” completamente il fondo per la produttività e per le “probabili” progressioni orizzontali, significando che la maggior parte dei responsabili è responsabile di sé stesso!
  • Qualcuno amava dire “ Ci sono troppi generali e pochi soldati”, tale è stata dall’assunzione di categorie direttive (D) a discapito dell’assunzione di personale di qualifica inferiore (B e C);

 

Con l’occasione  ribadiamo la nostra contrarietà  come USB,  alla modifica apportata al regolamento per il conferimento delle posizioni organizzative, approvato da solo un anno e sottolineiamo, anche che ci sono già dipendenti selezionati ed idonei che non hanno ricevuto l’incarico di P.O. non vorremmo pensare male che si stia perpetrando qualche manovra per accontentare “qualcuno”!!

In conclusione invitiamo questa amministrazione ad assumersi le proprie responsabilità ed a non vanificare la possibilità di nuove assunzioni e la valorizzazione del personale interno.

 

Unione Sindacale di Base settore EE.LL. –CZ/VV/KR

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni