IL 14 MAGGIO LA USB P.I. MANIFESTA NELLE PIAZZE CALABRESI

Decisione del Coordinamento regionale USB P.I. Calabria

Lamezia Terme -

Si è riunito a Lamezia Terme, nella sede della Federazione Regionale, il coordinamento regionale di USB Pubblico Impiego.

L’analisi della fase politica, non poteva prescindere dalla considerazione che questo governo in carica continua a perseguire i dettami europei, senza soluzione di continuità con i governi precedenti,

L’obiettivo è sempre lo stesso: smantellare la pubblica amministrazione, ridurre i servizi sanitari, scolastici e di assistenza, per favorire i privati, facendo passare i dipendenti pubblici come un problema e non come una risorsa.

Rispetto ai governi precedenti, questo diretto da Renzi si distingue esclusivamente per l’approccio più subdolo.

In questo senso, infatti, vanno i falsi proclami su un’Europa diversa, sugli 80 euro e sui tagli alla politica, che sono soltanto uno specchietto per le allodole, visto che sull’altro piatto della bilancia, ci sono i contratti pubblici bloccati fino al 2020 (fermi dal 2009, con un blocco contrattuale addirittura di 11 anni!), l’eliminazione delle detrazioni fiscali, la lettera ai dipendenti pubblici, con la quale si preannunciano le chiusure di uffici, si mortifica la professionalità dei singoli settori della P.A., si minacciano sanzioni ai funzionari che osano chiedere pareri, ma nella quale ci si guarda bene dal parlare di investimenti nella P.A. di assunzioni, di retribuzioni, di miglioramento dei servizi della P.A. in genere e della sanità e scuola in particolare.

Di fronte a questo quadro, il coordinamento della Calabria appoggia pienamente la decisione del coordinamento nazionale di proclamare lo sciopero generale di tutto il comprato del pubblico impiego, lavorando da subito per coinvolgere al massimo i lavoratori.

In questo senso, va la decisione di effettuare delle manifestazioni di protesta nella giornata del 14 maggio, che saranno a carattere provinciale e che si svolgeranno contemporaneamente nelle città di Catanzaro, Cosenza e Reggio Calabria, dove i temi del rinnovo contrattuale e dell’assunzione dei precari nella pubblica amministrazione, saranno al centro dell’iniziativa.

 

SCIOPERO DELLA SCUOLA

 

GIORNI 6 e 7 MAGGIO le SCUOLE ELEMENTARI

 

il 13 MAGGIO le SCUOLE SUPERIORI DI PRIMO e SECONDO GRADO.

 

IL 6, 7 E IL 13 MAGGIO, LA SCUOLA LA CHIUDIAMO NOI, NON L'INVALSI!

 

SARANNO TRE GIORNI DI LOTTA,

 

STUDENTI, FAMIGLIE CON I LAVORATORI

 

PER RICONQUISTARE LA SCUOLA STATALE, LIBERA, LAICA E DI MASSA.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni