Comunicati del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale di Rossano

Lamezia Terme -

COMUNICATO STAMPA N. 308 del 29/07/09

 

Dichiarazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio Comunale sul tragico incidente sulla S.S. 106.

 

 

 

La tragica morte di Nicola Odoguardi, avvenuta sulla maledetta SS. 106, ancora una volta ripropone i colpevoli ritardi di un governo che fra i primi suoi atti ha cancellato un finanziamento di 570 milioni di euro che dovevano servire per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della SS. 106. Una decisione assurda e colpevole che ha sulla coscienza gli ultimi 4 morti in incidenti avvenuti nel territorio del Comune di Rossano.

 

 

 

Non è la polemica fine a se stessa che risolve il problema, è l’amarezza di sentirsi inermi difronte ad una strage quotidiana che miete vittime innocenti.

 

In questi 3 anni di mandato sindacale abbiamo cercato con ogni mezzo, con l’Associazione dei Sindaci, di riportare al centro delle tematiche nazionali questa scellerata arteria stradale.

 

 

 

Gli impegni del Governo Prodi e dell’ex Ministro On. Antonio Di Pietro, appositamente venuto a Rossano nel febbraio 2007, iniziavano a dare segnali confortanti, poi un Governo di centro destra che ha squilibrato la propria azione di governo, a favore delle regioni del nord, ha inteso devolvere i 570 milioni di euro in favore della quote latte, dell’ICI e del Ponte sullo Stretto.

 

 

 

Così di 106 si muore ogni giorno e per come ha scritto Monsignor Marcianò si è stanchi di inviare messaggi di cordoglio ai parenti di vittime di questa ecatombe.

 

 

 

Ritengo che sia urgente e indifferibile affrontare definitivamente questa priorità nazionale per la quale chiediamo l’impegno dei parlamentari calabresi, tutti nessuno escluso. Sindaci, Amministratori locali, sindacati, forze politiche, sociali e imprenditoriali facciano sentire la propria voce su questi problemi per evitare che i morti ammazzati non facciano più notizia e con essi muoia la voglia di reagire e di dire basta a stragi annunciate. Nei prossimi giorni promuoveremo un’iniziativa di tutta la fascia jonica calabrese per far arrivare il grido di protesta e di giustizia delle nostre popolazioni al governo nazionale.

 

 

 

Il Sindaco Franco Filareto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Presidente del Consiglio Comunale Loria esprime il proprio cordoglio alla famiglia della vittima dell’incidente stradale di ieri e ricorda la figura di Nicola Odoguardi come uomo affabile, disponibile e molto preparato nel suo mestiere.

 

 

 

Ma allo stesso tempo manifesta il proprio sdegno per questa ennesima strage che si è verificata sulla strada della morte e denuncia i ritardi cronici dell’ANAS che taglia l’erba quando ormai è secca e che attualmente ha dimenticato di fare le strisce della segnaletica orizzontale dopo aver bitumato la strada, circa un mese fa.

 

 

 

Inoltre, sottolinea la scellerata scelta del governo nazionale di dirottare i fondi (570 milioni di euro) destinati dal Governo Prodi alla SS. 106, al ponte sullo stretto, all’Ici e alle quote latte.

 

 

 

Per ridurre gli incidenti vanno prese scelte immediate e condivise che aumentino la sicurezza di questa strada che altro non è che una via crucis delle lapidi.

 

 

 

 

 

Il Presidente del Consiglio

 

Antonio Loria

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni