Catanzaro: una città dove tutto passa – panta-rei - e nessuno si sente ferito!!

Catanzaro -

Sembra, oppure lo è!  che nessuno se ne sia accorto in che città viviamo, nessuno prova irritazione! Anzi tutti attendono che passata la sfuriata le cose cadono nel dimenticatoio e si ricomincia d’accapo;  cosi in effetti quello che sta avvenendo anche nella casa del comune di Catanzaro : non è successo nulla, tutti colpevoli, tutti innocenti, ricicliamoci tra destra e sinistra e si ricomincia daccapo;  tanto il popolo ci ha eletto e pure rafforzato!!

Come USB, organizzazione rappresentativa dei lavoratori e dei cittadini nel sociale NON accettiamo questo stato di cose, ed invitiamo tutti una volta per tutte a “ribaltare le scrivanie “ degli uffici di tutti gli inquisiti, vogliamo dialogare con gente che ha rispetto della cittadinanza , che non  tratti da sudditi i cittadini, che non  hanno dato nessuna delega  a rappresentarli personaggi disonesti di ogni specie,  e non parliamo di “presunti” colpevoli, ma di gente che è stata  pizzicata con le mani nella marmellata!!

A partire da magistrati corrotti, politici di ogni grado truffaldini, avvocati senza nessun contegno morale,  prefetti arrestati, vertici di tutte le istituzioni corrotti,  e per non farci mancare nulla tutti legati da una rete di massoneria che domina la città!!

Una citta capoluogo che, per il suo patrimonio di conoscenze meriterebbe altro, ma molto altro, quello che sta accadendo oggi tra televisioni, giornali ( alcuni! che pubblicano solo quello che i padroni gli ordinano gli argomenti che più gli aggradano alla Catanzaro che conta!!) , dibattiti sembra appartenere a pochi irritati, problemi che non vengono percepiti dai cittadini ma che si limitano ai capannelli tra una passeggiata e l’altra,  senza curarsi che abbiamo una citta spopolata.

Un corso inesistente, dove manca la vita della citta, una città trasferita volutamente nei centri commerciali, una città che non ha mai rivalutato i vicoletti riempendoli di attività commerciali artigianato vicoletti che cintano la citta -da s. Giovanni - arrivare a s. Caterina per poi ritornare a piazza Matteotti.

Dove la gente viene stuzzicata a restare! una città senza giovani, senza studenti, una città che serve solo per la campagna elettorale dei soliti!

Nessuno pensa a come darle un minimo di dignità a partire dal ridurre la disoccupazione, dal  lavoro nero che viene somministrato in città; come manutentare le strade ed il decoro della città, con una viabilità dove si possa fruire dei mezzi pubblici possibilmente NON vecchi obsoleti e grandi, dove viaggiano poche persone tanti sono i disagi di vederli incastrati tra le auto ed i paletti!!

Nessuna misura per il sostegno delle famiglie con basso reddito, non parliamo di rifiuti per non spaziare, ma quello che evidenziamo è che ci troviamo in una città dove ogni  amministratore e politico è sempre pronto ad ingannare, ad occultare la realtà e soprattutto ritenersi un bravo amministratore,  - e soprattutto a Catanzaro occultarsi non farsi vedere nelle speranza che passata la buriana  tutto verrà messo sotto il tappeto! Siamo alla sindrome  del “tutto può accadere ad un palmo dal mio corpo!!

Quello che auspichiamo – e come USB faremo la nostra parte - è un confrontarsi con i cittadini uno dei modi  (non l’unico, certo) possibilmente non solo i 50 o 100 al massimo che si sentono offesi da questi amministratori,   per mettere in campo risorse da impegnare per contrastare i processi di impoverimento di questa città  e per promuovere nuove occasioni per ridare la “capoluoghità” che merita  la città con una chiara messa a fuoco dei compiti che ogni indignato deve svolgere!! 

 

 5 gennaio 2020  --- - F.to Jiritano       

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni