BLOCCO DEGLI SCUTINI: SCIOPERO RIUSCITO!

Lamezia Terme -


Superiori alle aspettative i primi dati sull’adesione allo sciopero degli scrutini nelle scuole calabresi, indetto dal sindacato RdB-USB, malgrado il dichiarato boicottaggio degli altri sindacati Cgil, Cisl, Uil, Gilda, e di alcuni dirigenti scolastici.

Lo sciopero, che in Calabria e in Emilia Romagna si è svolto nelle giornate del 7 e 8 giugno (mentre nel resto d’Italia si svolgerà il 14 e 15 giugno), ha fatto registrare notevoli difficoltà e l’annullamento degli scrutini in molte delle scuole dove è presente una struttura del sindacato e dove si sono costituiti i comitati dei precari, in particolare una buona adesione si è registrata in molte scuole di Reggio Calabria, di Catanzaro e di Lamezia.

La protesta è nata a seguito dei brutali tagli imposti dal Governo al mondo della scuola, che in Calabria vedrà una riduzione dell’organico di oltre 1.600 docenti e 800 lavoratori ATA: una cifra enorme, per una regione martoriata come la nostra!

Mentre la scuola pubblica viene smantellata con tagli che a livello nazionale sono nell’ordine di 8 miliardi di euro (un terzo della manovra finanziaria viene, dunque, pagata dalla scuola), la scuola privata viene invece foraggiata da nuove sovvenzioni!

Con lo sciopero degli scrutini la RdB P.I.-USB, si pone l’obiettivo di porre un freno al massacro della scuola pubblica, il ritiro dei tagli alla scuola previsti dalla legge finanziaria 133/2008, l’assunzione dei precari e l’internalizzazione di tutti i lavoratori delle ditte che lavorano per la scuola (ex-Lsu, ecc.).

In bella questa giornata di grande protesta e di ribellione da parte dei lavoratori della scuola, una considerazione va fatta sul paradossale atteggiamento dei sindacati concertativi, la Cisl su tutti, che, di fronte al tornado che sta investendo la scuola, si sono adoperati per boicottare apertamente lo sciopero e si sono presi la briga di “rassicurare” i dirigenti scolastici sugli effetti dello sciopero indetto da RdB-USB e di consigliarli su come aggirare il blocco degli scrutini: questi è la vera natura di questi sindacati, complici del governo e di chi attacca violentemente i lavoratori!

Contro quei dirigenti scolastici che si sono adoperati (senza riuscirti fortunatamente) di far fallire lo sciopero, RdB-USB, invece, innescherà le procedure per la denuncia per comportamento sindacale.

La protesta contro lo smantellamento della Pubblica Amministrazione, contro i tagli alla scuola e contro la manovra finanziaria che colpisce esclusivamente i ceti deboli, continua ed è già programmato uno sciopero generale del Pubblico Impiego per il prossimo 14 giugno.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni