VVF Catanzaro: No a gestioni personali

Catanzaro -

Nel novembre scorso l’USB vigili del Fuoco di Catanzaro proclamava  uno stato di agitazione contro il dirigente provinciale, per motivi legati alla gestione del personale e del soccorso.

Dinanzi al Direttore Regionale Calabria - dott. ing. Claudio De Angelis -  le parti non riuscivano a dirimere le controversie: tra i motivi ostativi alla riconciliazione, la “candida” dichiarazione del dirigente “di aver effettuato una mobilità del personale contro le regole perché così concordato con le organizzazioni sindacali”.

Il 23 gennaio scorso, l’USB ha proclamato una giornata di sciopero che ha visto l’adesione del  90% circa del personale.

Ieri pomeriggio, 3 febbraio, una delegazione è stata ricevuta in Prefettura.

Nei prossimi giorni, come richiesto, verrà fornita una relazione sullo stato in cui è stato ridotto il comando di Catanzaro negli ultimi 36 mesi; seguirà un incontro con il sottosegretario di Stato con delega ai vigili del Fuoco ed un incontro presso la Funzione Pubblica.

USB non ritiene ammissibile che una amministrazione dello Stato possa essere gestita in determinati “personali” modi, soprattutto se deve rispondere ai cittadini in termini di  soccorso ed emergenza.

                                                                       USB VVF Catanzaro

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni