Vigili del fuoco Catanzaro: nepotismo tra i precari

Catanzaro -

Non bastava la disoccupazione imperante nella nostra regione, ma ci mancava anche il richiamo dei precari nei vigili del fuoco secondo “conoscenze” e non con regole certe.

Oggi abbiamo scritto al capo del corpo nazionale – al direttore regionale dei VV.F. ed al prefetto per denunciare l’ennesimo “malaffare “ che avviene al comando provinciale dei VV.F  dove si specula su un mondo di precariato che svolge il soccorso  in modo costante  nelle squadre di soccorso.

Precari che hanno la “possibilità divina “ di svolgere turni di servizio e quindi introitare un po’ di salario altri che non rientrano in nessuna grazia  illanguidiscono.  Un dirigente  Provinciale del Comando di Catanzaro VV.F che non sta a passo con la legislatura vigente, anzi è cosi sprovveduto che per mescolare le carte dei richiami fa riferimento a leggi dell’era passata!!

 Ed è per questo che come USB provinciale e Coordinamento Precario VVF DENUNCIAMO questi episodi per far capire a tutti che oltre al dramma della disoccupazione ci sono le beffe di chi si arroga il diritto di decidere con regole personalizzate.

In allegato la nota inviata al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, al  Direttore Regionale VV.F. Calabria e al Prefetto di Catanzaro.

                                        Coordinamento provinciale USB VVF Catanzaro

 

VVF Catanzaro: 23 GENNAIO SCIOPERO!!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni