USB VV.F.: TRA I 100 MILA EURO PER CENE FRA POLITICA E VIP, TRA VITALiZI REGIONALI MILIONARI QUESTO IN CALABRIA LA POPOLAZIONE INERME ASPETTA I SOCCORSI ED I LAVORATORI PRECARI VV.F. ATTENDONO ANCORA IL LORO DECRETO DI ASSUZIONE.

Catanzaro -

Tutti i lavoratori dei Coordinamenti Regionali dei Vigili del Fuoco di Lazio, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia aderenti all’Unione Sindacale di Base assieme ai loro portavoce Regionali si sono riuniti per sollecitare per l’ennesima volta il Governo centrale, i partiti di maggioranza e tutta la politica che siede sulle sedie di questo Governo. Tutti i precari VV.F. hanno ribadito per più volte ai propri Coordinatori (evidenziando più volte nel sollecito) l’assunzione di tutto il personale precario VV.F. (Legge di Bilancio 2018 – G.U. n. 302 del 29 dicembre 2017) e nessuno di questi precari VV.F. facente parte della graduatoria dei “DISCONTINUI” deve rimanere a casa e agli stessi deve essere ridato il Diritto al Lavoro, quel diritto che per decenni gli è stato negato. Infatti gli stessi lavoratori di comparto sono in attesa ancora (da mesi e mesi) del Decreto di Assunzione, ed ora sono proprio stanchi delle parole o dei singoli proclami sui social network dagli organi competenti del tipo: «stiamo lavorando per voi»; ecc… (aggiungiamo che i social non sono fonte di stampa ufficiale, quindi non vanno prese sul serio queste futili parole presenti su pagine Face-Twitt “nulle” con nessuna attestazione alla veridicità sullo status reale, poiché non sono neanche passibili penalmente se qualcuno per campagna elettorale o diritto di poltrona dice qualche cosa non veritiera. E’ giunto anche fine agosto e ancora della pubblicazione del famoso decreto di assunzione neanche l’ombra solo proclami, ma ribadiamo a “TUTTA” la politica attraverso il sollecito che i primi di settembre “DEVE” uscire quello che abbiamo sopra citato (G.U. del dicembre scorso) e nessuno di questi precari VV.F. deve rimanere a casa. Evidenziamo che dopo le innumerevoli catastrofi e non solo che hanno colpito e colpiscono ancora tutt’ora il nostro paese Italia, tutto il personale precario VV.F. è dovuto rimanere a casa per mancanza di “SOLDI” da parte del sistema, ed evidenziamo che i permanenti hanno dovuto subire un grandissimo surplus di lavoro per colpa dell’Italia che è l’unica nazione facente parte dell’UE a non rispetta gli Standard Europei del soccorso tecnico urgente e preferisce spendere soldi per cene di VIP (100 mila €) e dare fior di quattrini ai Vitalizi Regionali Calabresi - vedi scandali Regione Calabria - anziché fare Prevenzione, Salvaguardia e Sicurezza per l’intera popolazione e dare i soldi per rientrare in pieno regime di soccorso tecnico urgente per un soccorso al cittadino altamente efficiente, in quanto nei Vigili del Fuoco mancano all’appello 26.000 unità permanenti. Altro tema da affrontare e rivendicato esclusivamente da USB VV.F. è quello del diritto alle Donne nel nostro C.N.VV.F. in tema di pari opportunità, in quanto l’amministrazione dei Vigili del Fuoco deve adeguarsi agli altri corpi dello Stato, senza discriminazioni - perché è l’unica che è in minoranza di donne soccorritori senza sentirci ripetere da dietro le tastiere che affermano (ne elenchiamo solo qualcuna): «le donne non possono fare i Vigili del Fuoco» - «non è mestiere per una donna» - «le donne devono stare a casa e non in luogo fatto solo di maschi» - ecc.. . Vogliamo rispondere a questi pseudo esseri umani se così li possiamo chiamare, che una donna non è avere una minigonna, ma essere donna significa avere gli attributi negli interventi (quelle pochissime donne permanenti VV.F. presenti ve ne hanno dato prova e testimonianza) e le nostre donne del C.N.VV.F. possiamo gridarlo a squarcia gola che ne hanno da vendere e da insegnare. Quindi in queste graduatorie di precari VV.F. sono presenti anche tantissime donne precari VV.F. che attendono e che non vogliono distinzione alcuna, poiché il soccorso tecnico urgente non ha distinzione alcuna e soprattutto non ha sesso. Avere un soccorso tecnico urgente efficiente è indispensabile per essere considerati una società civilmente avanzata e rispettosa dei riguardi di ogni individuo e poiché ad amministrare queste questioni non sono i cittadini bensì i loro “eletti”, allora la colpa di catastrofi, mancata manutenzione (Prevenzione - Salvaguardia - Sicurezza) e successivo intervento scadente è tutto da attribuire a chi reclama il potere senza meritarlo (fino ad oggi si sono fatte solo chiacchiere, si sono riempiti la bocca con degli slogan e soprattutto grandi promesse…promesse…promesse…). Ormai risulta inutile puntare il dito, l’unica cosa che di concreto si può fare è affrettare i tempi per la risoluzione di questi problemi impellenti e cioè: DECRETO DI ASSUNZIONE SUBITO DI TUTTI I PRECARI VV.F CON ESAURIMENTO GRADUATORIA – COME DA LEGGE DI BILANCIO (G.U. 29 DICEMBRE 2017) E NESSUNO DEVE RIMANERE A CASA.

Si prospetta un Settembre di lotte!

 

25/08/2018

 

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Calabria

Silipo Giancarlo

 

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Sicilia

Abate Alfredo

 

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Basilicata

Pellettieri Luciano

 

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Puglia

Bitetto Francesco

 

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Campania

Rota Raffaele

 

per Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Lazio

Terella Giovanni

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni