USB CZ: tavolo presso la Prefettura UTG del Capoluogo di Regione ai fini della procedura di raffreddamento per l' AMC.

Catanzaro -

 

Lavoratori,   - si è svolto oggi l’incontro presso la Prefettura locale per l’attivazione della procedure di raffreddamento a seguito dello stato di agitazione indetto da tutte le organizzazioni sindacali rappresentative in azienda.

Procedure scaturite dopo la mancanza di pagamento dell’indennità integrativa che il personale deve percepire nella misura del 20% dello stipendio tabellare per come l’azienda si era presa l’impegno il lontano 25 marzo 2020.

Le organizzazioni sindacali hanno enunciato al tavolo in prefettura quanto sottoscritto il 25 marzo, e rinnovata la richiesta di pagamento ai lavoratori della compensazione in termini monetarie perse dopo aver svolto a causa dalla pandemia giornate nel fondo bilaterale con una perdita di retribuzione media da USB calcolata di 270,00€ cadauno – per un totale complessivo a carico dell’azienda di circa 46.500,00 ( secondo l’azienda più o meno 49,000,00 )

L’azienda pur confermando l’impegno del pagamento si è trincerata dietro uno studio che ancora NON ha effettuato di forme  giuridica che gli consenta l’erogazione, questo dopo reiterate richieste di incontro che secondo l’azienda (scusandosi) sono saltate per disattenzione.  -  25 marzo – 25 aprile – 25 maggio ….. 8 ottobre !!!!!!!

Nel merito abbiamo un po’ tutti espresso forti dubbi visto che altre aziende hanno pagato e non abbiamo sentore che ci siano atti poco legali nell’erogazione.

Come USB abbiamo sottolineato come allo stato attuale i finanziamenti all’azienda sono regolari da parte della regione al 100%, secondo i parametri dei km percorsi nell’anno precedente, e mentre i soldi arrivati sono invariati l’amministrazione ha avuto nei mesi dell’attivazione del fondo bilaterale un guadagno per mancanza di spese legate alla ordinaria gestione . Inoltre abbiamo chiesto se sono state attivate tutte le procedure di richiesta anche al governo in base ai vari DPCM che prevedono per i servizi pubblici obbligati a prestazioni all’utenza, un fondo per il periodo 23/02/2020 – 31/12/2020  destinato a compensare la riduzione dei ricavi.

CONCLUSIONI: l’amministrazione anche se qualche remora si è resa disponibile ad altro incontro entro 15 giorni.

Come USB riteniamo che dal 25 marzo, arrivare ad oggi ancora con altre riunioni (che per altro non è stato specificato se è conclusiva e quindi si procede al pagamento di quel 20% perso dai lavoratori - oppure discutiamo quando erogarli e sotto quale forma rimborsarli)  sia solo un ulteriore rimandare l’impegno che l’azienda si era preso: – ad invariati corrispettivi l’impegno di compensazione i lavoratori in termini di soldi!!

Tutte le organizzazioni hanno SOSPESO lo stato di agitazione!

La USB, considerato che la procedura di raffreddamento si è conclusa con ESITO NEGATIVO – ( non abbiamo contezza di quando i lavoratori percepiranno i soldi ) mantiene lo stato di agitazione e si rivolge ai lavoratori:

lavoratori che ci avete delegato a trattare i vostri interessi – siamo pronti ad indire lo sciopero e altro – ci date adesione a convocarlo o vi accontentate di prossime riunioni e poi altre ancora??

L’ultima parola è la vostra !! diteci cosa dobbiamo fare e NOI lo facciamo!!

 

     f.to  - USB Calabria  

rsa - aziendale Budaci Paolo   

Questo sito usa i cookie

Questo sito usa cookie tecnici e cookie per effettuare statistiche sulla navigazione. Procedendo nella navigazione accetti implicitamente l'uso dei cookie. In alternativa puoi selezionare una delle opzioni qui sotto. I cookie tecnici saranno utilizzati in ogni caso.