USB CATANZARO: LA PARABOLA AMC

Catanzaro -

 

Continua inarrestabile la parabola discendente di Amc. Il lavoro bipartisan della politica locale, finalizzato all'attribuzione di parametri, mansioni superiori, straordinari ordinari, puntualmente giunge al termine grazie al Sindaco Abramo con annessi sponsor politici. Dopo di che la ciliegina finale, prevista da tempo, sarà il servizio a gara con gestione privata. Intanto l'azienda non è più in grado di garantire il rispetto del servizio, con i collegamenti da e per l'università, il policlinico, la Regione Calabria, saltati quotidianamente perché in deposito non ci sono mezzi disponibili, le officine oberate di lavoro con bus rotti di continuo, qualcun'altro sotto sequestro, qualcun'altro va a fuoco, ed i conducenti che “pretendono” pure mezzi sicuri e riscaldati... una scongiura. E la foto di una città dove i problemi dei cittadini, che pagano fior di tasse, non contano come le poltrone comunali, provinciali, regionali di presunti leader politici già trombati il 4 marzo anche a Catanzaro che aspettano, a breve, la definitiva scomparsa. La USB con la forza della verità, delle denunce, ha ottenuto la fiducia dei lavoratori Amc che non tradirà. Decine di deleghe sindacali sono la risposta al sistema marcio che tra un po' crollerà per dipartita dei suoi protettori.

 

Catanzaro, 21/11/2018

 

 

La Confederazione USB Calabria

Antonio Jiritano p. TRASPORTI USB Calabria

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni