Tessera Sanitaria

MA DOVE SONO LE TESSERE?

Lamezia Terme -

ELIMINARE GLI SPRECHI E MONITORARE LA SPESA SANITARIA

Questo lo slogan tanto strombazzato

 

MA DOVE SONO LE TESSERE?

AD OGGI NE HANNO DISTRIBUITO UNA OGNI CINQUE CITTADINI

 

Chi Non Ha Avuto La Fortuna Di Riceverla ( QUASI TUTTI AL Centro Sud) Deve Recarsi Presso La Propria Asl e Richiederla ……sempre che funzioni il sistema!!!!!

(ALLA FACCIA DEL……ELIMINIAMO LE CODE E LA BUROCRAZIA?)…………

……per garantire un migliore sistema sanitario ai cittadini che ne hanno diritto. Nasceva con questi obiettivi la tessera sanitaria e il sistema di monitoraggio (denominato TS) dei dati sulla spesa pubblica ad essa collegato.

Il sistema TS (tessera sanitaria), avrebbe dovuto spedirla nei mesi scorsi all’indirizzo di residenza dei cittadini italiani e stranieri residenti in Italia.

Ma come già detto, la maggioranza degli Italiani non l’ha ancora vista, con conseguenti disagi nel recarsi a ritirare le medicine e quant’altro previsto dall’uso della stessa, come:

1. per avere l’accesso alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale: ottenere farmaci, esami clinici e cure sanitarie. Quando si va dal medico, per farsi rilasciare la ricetta medica (quella nuova è entrata in vigore dal 1° gennaio 2005) è obbligatorio inserire il codice fiscale dell’assistito nell’apposito spazio della ricetta, lo stesso che è riportato sulla tessera sanitaria.

Comunque è bene ricordare che:

quest’ultima sostituisce anche il vecchio modello cartaceo E111. Quando ci si reca nei Paesi dell’Unione Europea e negli Stati convenzionati, per esempio la Svizzera, è sufficiente esibire la tessera per ricevere gratuitamente le cure mediche urgenti negli ospedali e nelle cliniche sul territorio e le cure medicalmente necessarie. Le spese saranno poi addebitate al Servizio Sanitario Nazionale, con le modalità specifiche previste dalla Regione di residenza dell’assistito.

La tessera sanitaria non sostituisce il libretto sanitario che resta il documento valido per ricevere le prestazioni sanitarie erogate a chi ne ha diritto dal Servizio sanitario nazionale. Il nuovo strumento, messo a punto dal Ministero dell’economia e delle finanze per monitorare la spesa pubblica sanitaria serve ad impedire eventuali sprechi e frodi!!!!!!!

 

Ma non è uno spreco l’aver partorito la TS per il controllo della spesa sanitaria che tra l’altro poteva benissimo essere svolto con il vecchio e caro Codice Fiscale, infatti solamente la Regione Lombardia ha adottato una tessera dotata di chip, che fra l'altro funziona da Bancomat e da Codice Fiscale, tant'è che in quella regione non è stata distribuita la nuova Tessera Sanitaria.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni