Sant'Anna Hospital, giovedì 4 febbraio alle 11 convocazione da parte della triade commissariale dell’ASP di Catanzaro

Catanzaro -

Siamo veramente “esausti” come organizzazione sindacale, ci stanno prendendo per stanchezza ma non molliamo! Abbiamo risolto da soli problemi che erano in capo ad altri per mantenere i livelli occupazioni di 300 lavoratori altamente specializzati, abbiamo fatto tutto e di più per mantenere un indotto nella città di Catanzaro ai livelli precedenti alla chiusura, come se fosse la nostra “Fiat” cittadina.

Ora l’asticella si alza, ogni vertenza portata a termine viene rimessa in discussione come una tela di Penelope, ora l’ultimo innalzamento lo pone la commissione dell’Asp di Catanzaro: dopo la sentenza che li obbliga ad ottemperare alla riapertura, perché la loro ordinanza era illegittima non riesce ad andare avanti perché i commissari sono ancora bloccati da non si sa cosa.

Abbiamo l’impressione che abbiano già scritto in precedenza il disegno politico del Sant'Anna Hospital: quello di chiudere la struttura che faceva il 47% degli interventi nell’intera regione su amici e parenti prossimi! E i lavoratori sono condannati a morte per asfissia o per asportazione delle coronarie!

Peraltro è da sottolineare che nessuno si assume responsabilità! Tutti hanno la coscienza a posto, ma nessuno mette nero su bianco il destino dei lavoratori, quello che hanno programmato a tavolino decretando la fine di una struttura ritenuta evidentemente ingombrante nel panorama sanitario!

Aggiungiamo l’assenza assoluta della politica calabrese e locale, che si è fatta vedere solo con interventi mirati alle elezioni politiche regionali, mentre oggi sono tutti nascosti per paura di rispondere. Non hanno compreso che siamo all'ultima spiaggia: o si riapre oppure si chiude una città!

Noi ci sentiamo in dovere di assumerci la nostra parte di attività sindacale, altri devono sostenere i lavoratori ed estrarre questo dente dolorante per la città catanzarese.

Ogni istituzione o politico in condizioni di emergenza è obbligato ad assumere decisioni che ridiano lustro alla città.

Ultimo avviso della USB: O SI RISOLVE LA PROBLEMATICA DEI LAVORATORI del Sant'Anna Hospital oppure tappezzeremo i muri della città con le prove della vostra IMPOPOLARITÀ!  Non aggiungiamo altro.

p.Unione Sindacale di Base

Tonino Jiritano

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati