Rassegna stampa Calabria Ora

Cosenza -

Edificio scolastico provinciale

ASCENSORE ROTTO DA DUE MESI E NIENTE CONDIZIONATORE (MA LA UIL HA LA PASTETTA)

 

Puntuale come la calandra, dall’ex Provveditorato agli studi arriva la denuncia di Ornella Giannace (Rsu delle RdB/Cub). Come l’anno passato (tanto rumore per nulla), anche quest’anno ha visto e vede i lavoratori dell’Ufficio scolastico provinciale, soffrir una situazione di grande disagio. Ma stavolta alle temperature elevatissime, si aggiunge l’aggravante dell’ascensore rotto ormai da due mesi e se qualcuno dovesse stare male per richiedere un intervento del 118 sarebbe davvero da vedere come fare.

Situazione intollerabile che sta provocando un forte malumore, dice la sindacalista. Per il secondo anno le proteste non servono a niente perché dai piani alti (e refrigerati) nessuno risponde. Tenendo conto delle condizioni di salute della gran parte dei dipendenti, malati per gravi patologie con età anche elevate – fa sapere, - ha chiesto (di nuovo per quest’anno) per lettera al direttore provinciale e al regionale di provvedere a dotare di climatizzatore questo ufficio di cinque piani che in questo periodo lavora più che mai per esami, graduatorie varie e pensioni. Nessuna risposta mi è pervenuta. “E’ ovvio – aggiunge – che chi vive una condizione di privilegio, non si cura di chi non ha nemmeno il minimo di vivibilità. Ecco come si presentano le stanze, alcune con ventilatori al soffitto, poche con ventilatore a piantana che spostano il calore, poche, da privilegiati, con il condizionatore”, ovvero  il dirigente, il segretario, il capo del personale e persino una rsu Uil che dovrebbe difendere i diritti dei lavoratori. Evidentemente le pastette non esistono solo a scuola.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni