NO AI TAGLI: SCIOPERO GENERALE 17 NOVEMBRE 2006

Continuano i tagli al pubblico impiego: no a questa finanziaria!

Lamezia Terme -

Che la finanziaria fosse una brutta finanziaria, lo diciamo da tempo, ma come lavoratori del pubblico impiego, con questa finanziaria rischiamo di sfiorare la farsa, se non fosse una tragedia che le famiglie dei lavoratori vivono giorno dopo giorno.

Sui contratti pubblici le cifre parlano chiaro.

In questi anni, fonti ufficiali di agenzie economiche, assicurano che dal 2001 al 2004 c’è stata una perdita reale del potere di acquisto delle retribuzioni pari al 18,4 %  (lo dicono loro, ma noi non avevamo bisogno di conferme, visto che ce ne siamo accorti giorno dopo giorno); questa finanziaria ha deciso di peggiorare ancora di più le cose:

-     se il governo precedente, infischiandosene dei nostri diritti, aveva deciso in modo scellerato e  malgrado il contratto sia scaduto lo scorso 31 dicembre 2005, di non prevedere aumenti contrattuali per l’anno 2006, questa scelta è stata confermata dall’attuale governo;

-     <st1:personname productid="la Finanziaria" w:st="on">la Finanziaria</st1:personname> in discussione, saltato a piè pari il <st1:metricconverter productid="2006, ha" w:st="on">2006, ha</st1:metricconverter> dichiarato disponibili per il 2007 solo 807 milioni di euro, pari, cioè, a 41 euro lorde medie mensili;

-     per il 2008, invece, lo stanziamento previsto per tutto il pubblico impiego, è di 2.193 milioni di euro, pari a 50 euro lorde medie mensili.

In pratica, oltre ad aumenti largamente al di sotto dell’inflazione programmata, ci rubano anche un anno di contratto!

I sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, nella loro veste di pompieri, sono in enorme difficoltà, perché devono spiegare ai lavoratori come con questi aumenti, e con il gioco di prestigio che ha fatto sparire l’anno 2006 e conseguentemente ci sottrae (sarebbe meglio dire: ci ruba) un anno di contratto, si possa essere complessivamente soddisfatti, come si sono dichiarati loro.

Infatti secondo il segretario della Uil, Angeletti, basterebbe farsi dare dal Governo lo 0,57 % in più di quanto stabilito nella Finanziaria in discussione (pari, cioè, a 1,5 euro, oltre quanto già previsto) e si “…salvaguarderebbe il salario reale dei dipendenti pubblici…” .!!!!

SENZA COMMENTO!   Ormai è tempo di scelte concrete ed è ora di rispolverare slogan, purtroppo per noi mai passati di moda:

A FINE STIPENDIO, MI AVANZA TROPPO MESE!!!

<st1:personname productid="La RdB-CUB Pubblico" w:st="on">La RdB-CUB Pubblico</st1:personname> Impiego, dopo lo sciopero di categoria del 20 Ottobre scorso, aderisce allo sciopero generale proclamato dalla CUB per il 17 Novembre prossimo con manifestazioni in tutte le regioni.

 

PASSA DALLA TUA PARTE, PASSA CON LE RdB/CUB

17 NOVEMBRE 2006 

SCIOPERO GENERALE!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni