I discontinui VVF d'Italia e l'era glaciale

Estinzione di una specie: perdita del proprio decreto e cancellazione definitivamente dall’albo del C.N.VV.F.

Catanzaro -

Lavoratori Precari VVF,

siamo arrivati alla frutta, ed è una situazione che noi dirigenti regionali e nazionali USB VVF abbiamo predetto da anni.

Stando ai sensi del drp 76/2004 art.18, il richiamo viene disposto ed è sotto la diretta responsabilità del comandante provinciale di appartenenza dei vigili del fuoco, a rotazione e seguendo i criteri dell’anzianità d’iscrizione nell’elenco, dello stato di disoccupazione e del carico familiare.

Dal 2015 in base alla L. 183/2011, e ai tagli fatti al CNVVF, i richiami verranno ridotti all’osso, venendo preferiti solo gli anziani (vogliamo specificare che il nostro intervento non è discriminatorio nei confronti dell’anziano lavoratore) in quanto la graduatoria riparte sempre da Gennaio.

Così  facendo verrà a mancare ogni possibilità di richiamare in servizio gli ultimi in graduatoria e quelli in mezzo, cioè i giovani. In merito a quanto illustrato, dobbiamo pretendere che il comandante provinciale di ogni comando a livello nazionale, disponga che la graduatoria non riparta nuovamente da Gennaio (considerando che non risulta in alcun decreto questa modalità di richiamo, inventata da matematici frustrati, che non hanno fatto bene i calcoli, da personaggi che vorrebbero fare assumere i propri cari o le proprie care o ancora peggio da soggetti che vogliono incentivare solo il volontariato per un proprio rendiconto) bensì che continui fino a scorrimento completo e continuo (criterio già adottato negli altri comandi e come specificato da decreto) evitando la preferenza degli anziani al posto dei giovani, che peraltro verranno eliminati definitivamente dall’albo dei discontinui e di conseguenza perderanno il loro decreto, l’anzianità e tutti i loro sacrifici, visto e considerato che non svolgeranno neanche un richiamo all’anno, e con l’arrivo del 2015 è questo ciò che c’è in serbo per i poveri precari VVF, se la graduatoria continuerà a non compiere un giro completo e continuo come da dpr, ricominciando sempre a Gennaio.

Ecco Perché L’USB ha lanciato per ogni comando la soluzione che prevede una raccolta firme rivolta ad ogni singolo discontinuo, affinché tutti possano essere richiamati in servizio con scorrimento della graduatoria regolare, senza che a  nessuno venga tolto il proprio decreto. Se anche una sola delle persone che hanno preso atto di ciò che è stato scritto di sopra, si sente in dove di difendere i  propri sacrifici fatti negli anni e crede di dover attuare un metodo volto a rivendicare chi viene schiacciato, da fabbricatori di regole cotte a puntino per fare fuori i meritevoli,  allora deve seguire i consigli di chi non accetta un no come risposta a richieste ricche di diritti.

Una firma per iniziare …
      

Il Coordinamento Regionale dei Precari USB VVF

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni