FERSAV - Licenziamenti Collettivi e il Presidente Scopelliti latita

Lamezia Terme -

La società FERSAV srl partecipata di Ferrovie Calabria e aderente alla Co.Me.Tra. ha comunicato il licenziamento di n. 50 lavoratori.

Alla base di questa drastica e drammatica situazione, il mancato accreditamento delle somme dovute dalla efficiente macchina amministrativa della Regione Calabria.

Regione Calabria vantata a tutto spiano dal Presidente Scopelliti durante i suoi Tour propagandistici è una delle regioni Italiane a non aver ancora provveduto a pubblicare la lista dei Creditori e ottemperare al Decreto legge 35 varato dal governo Letta.

Quindi da una parte si perdono i Fondi europei, dall'altra per incuria dei nostri amministratori si mandano a casa i LAVORATORI.

Adesso è ora di dire basta, la Calabria non può e non deve restare inerme incassando sempre e comunque in silenzio cedendo sempre al ricatto o al favore personale di questa classe politica che nulla fà e nulla dice, mentre nel frattempo migliaia di lavoratori sono in mezzo alla strada, accentuando uno stato sociale a dir poco esplosivo.

Che dire poi della situazione sui treni, con tagli sempre più pesanti che si vanno ad aggiungere a quelli già operati negli anni passati, sempre in nome dell'efficienza e dell'efficacia, per non parlare della sanità oramai allo sbando più completo.

Questa OS sollecita ancora una volta tutti i Politici a fare finalmente qualcosa di serio per questa bellissima Regione, che, certamente non merita questo trattamento, con una programmazione seria e a lungo termine, e.... occupatevi solo di politica, lasciate le competenze a chi è preposto ed è in grado di progettare serenamente e senza pregiudizi verso nessuno.

USB comunque è sempre a fianco dei lavoratori tutti, iscritti e non, a tutela dei Diritti sacrosanti che i nostri padri hanno conquistato anche rimettendoci la pelle.

Tutti a Roma il 18 OTTOBRE 2013, partecipiamo compatti allo sciopero Nazionale.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni