Drammatica situazione igienica sanitaria nei vigili del fuoco da Catanzaro al distaccamento di Sellia marina Ruggine, melma e viscidume da scarico!

Catanzaro -

Comando provinciale VVF “”capoluogo di provincia”” a leggere sembrerebbe una struttura efficiente ed magniloquente! Invece non è altro che un luogo di lavoro che si presenta in condizioni invivibili, i bagni uno schifo, sporchi  incrostato ed inoltre pieni di insetti e blatte, docce al limite della “scabbia” da pigliare davvero malattie.  I dormitori   sporchi e piene di polvere, materassi “impulciati”, pulizie al ribasso e lavoratori nella cloaca più assoluta. ( le foto non hanno bisogno di commenti.

Spogliatoi dove il personale colloca i dispositivi individuali di protezione, al limite della visione umana, armadietti intrisi da scoli dei servizi derivanti prevalentemente dal metabolismo umano e dai servizi igienici del piano superiore di una rilevanza e pericolosità igienico/sanitario allarmante. 

Se fossimo in un paese civile; da ordinanza contingibile ed urgente, purtroppo con i dirigenti che ci ritroviamo con orecchie e occhi foderati siamo a limite di malattie infettive.

Non ci ammaliamo per l’esposizione negli interventi di soccorso ad agenti velenosi contaminati .. batteriologici,  ma a Catanzaro periamo al rientro nella nostra sede!!!

Stessa situazione al distaccamento di Sellia, tre colori di acqua:  per mangiare, per bere e per lavarsi, questa è l’acqua che scorre dai rubinetti della caserma  da tempi immemorabili.

Cittadini scusate se leggendo vi allibiti, ma siamo i soccorritori di Catanzaro quelli che ad ogni chiamata diventano il vostro braccio operativo  su ogni difficoltà su ogni intervento di soccorso, e ci fanno vivere in una discarica.

Ma metteremo presto fine; perché di questa denuncia corredata per bene ne presenteremo una copia in procura con la richiesta di sequestro della struttura di Catanzaro e di quella di Sellia, dove viene pagata un fitto per stare nella cloaca, e soprattutto questo vuole essere il nuovo biglietto da visita al neo Prefetto di Catanzaro, perché sappia lo stato di salute del soccorso nella provincia .

In che condizioni  igieniche sanitarie vivono i vigili del fuoco, dove peraltro dovrebbe esserci un dirigente a capo della struttura provinciale che a questo punto riteniamo diriga non un luogo di lavoro ma una cloaca. Da vergognarsi!! Anche perché è stato oggetto di numerosissime segnalazioni, facendo orecchie da mercante.

Eventuali disservizi o impossibilità di garantire il soccorso per sopraggiunti problemi alla salute dei lavoratori, saranno oggetto di denunce penali come previsto dalla legge, per responsabilità personali del datore di lavoro, dirigente dei vigili del fuoco di Catanzaro.   

Antonio JIRITANO

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati