DICHIARAZIONE DI SCIOPERO

violazioni relazioni sindacali, prepotenze della gestione.

Crotone -

Da circa due anni, da, quando la committente Trenitalia S.p.A. ha dato in affidamento il lotto 13 della Calabria concernente le pulizie del materiale rotabile, è impossibile affidare la gestione dell’azienda alla NEW LABOR e al personale utilizzato in mansione direttive dalla vecchia affidataria ( SAES ) in quanto per motivi a noi pochi chiari ci risulta non efficiente.

I risultati li abbiamo visti.

Intanto i responsabili zonali e di cantiere, si adoperano affinchè tutto ricada sulla NEW LABOR, pertanto si ha:

• Gestione clientelare sulle assunzioni nei cantieri;

• L’uso della prepotenza nei cantieri sull’applicazione dei turni mensili;

• L’obbligo di effettuare turni anche se tecnicamente non validi;

• L’obbligo da parte aziendale( per gestire i loro interessi) a fare usufruire in modo discontinuo ai lavoratori le proprie ferie, disconoscendo quanto affermato dal CCNL vigente e dalla legge,privandoli del sacrosanto diritto costituzionale.

 

Considerato che, questa O.S. ha sollecitato più volte un incontro con l'amministrazione e nonostante i vari scioperi succedutisi, ancora oggi si rimane nella situazione sopra descritta.

 

 

 

Invitiamo altresì la committente TRENITALIA S.p.A. a rivedere l’affidamento del lotto 13 all’azienda NEW LABOR ed istituire con urgenza delle gare di appalto che rispettino i canoni stabiliti negli anni precedenti.

Pertanto rigettiamo con immediatezza l’affissione del turno di lavoro relativo al mese di ottobre 2010 nel cantiere di Crotone,

proclamiamo lo stato di agitazione considerando la presente come richiesta di conciliazione prevista dalla legge.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni