C.M.E. Calabria una Storia che si ripete

Lamezia Terme -

 

Ill.mo Comandante del

C.M.E. “CALABRIA”

CATANZARO

E, per conoscenza:

Ill.mo Direttore Generale

per il Personale Civile

dott. Carlo Lucidi

ROMA

 

Al Gabinetto

del Ministro della Difesa

on. Ignazio La Russa

ROMA

 

Al Segretario Generale

della Presidenza della Repubblica

ROMA

 

Alle OO.SS.

Amministrazione civile Difesa

LORO SEDI

 

OGGETTO: Contestazioni.-

 

In data odierna attraverso il delegato-scrivente , questa O.S. è venuta a conoscenza per diretto riscontro della S.V., che nell’ambito del Comando da Lei diretto e presso il locale Centro Documentale , vi saranno delle modifiche in merito alle piante organiche e ai carichi di lavoro di ciascun Ufficio dipendente, nonché si adotteranno diverse misure di rilevazione dell’orario attraverso l’introduzione della Carta Multiservizi Difesa.

Alla luce di quanto sopra premesso , è da evidenziare che alla data attuale non sì è a conoscenza della pianta organica approvata dallo Stato Maggiore dell’Esercito, e che qualsiasi attività in materia di riorganizzazione degli uffici e dei carichi di lavoro che la S.V. intende intraprendere , deve essere oggetto di informativa successiva e non di meno importanza , di eventuale concertazione con le OO.SS. firmatarie del CCNL in vigore.

Alla data attuale , questa O.S. non ha ricevuto alcuna comunicazione in merito, né è stata informata di quanto sta realmente accadendo, non potendo d’altronde neanche conoscere le eventuali quanto necessarie “gradite” del personale oggetto di spostamenti.

Tale comportamento lede oltremodo il ruolo del Sindacato, da sempre disponibile al confronto con la parte Pubblica , soprattutto se le vicissitudine sono oggetto di fonti codificate e legate ai Contratto collettivi e normativa vigente.

Altresì , si rende ulteriormente urgente l’istituzione di un tavolo di concertazione anche alla luce della missiva che questa O.S. le aveva trasmesso in data 09-06-2009 con f. nr. 3698/09 di prot., quando le si chiedeva lumi circa l’incarico da assegnare al delegato-scrivente senza aver ottenuto da Lei un diretto riscontro della problematica prospettata.

Per ciò che concerne l’utilizzo della C.M.D. ai fini della rilevazione oraria del personale civile , vi è da segnalare che parte del personale non è ancora in possesso di tale supporto e perciò potrebbe risultare penalizzata da un improvvisa quanto non concordata introduzione.

In conclusione, questa O.S, le chiede formalmente di dare seguito a quanto previsto dalla normativa di comparto vigente, diffidandola di dare atto a quanto oggi prospettato , senza aver attivato le dovute e corrette relazioni sindacali.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni