AMC Avviso pubblico : autisti obbligati a guidare per 12 DODICI ore consecutive FERMIAMOLI !!!per l'incolumità pubblica

Catanzaro -

dopo la RI-presa di poco interesse verso i lavoratori del trasporto pubblico di Catanzaro da parte delle organizzazioni di stato e dei grandi manager, che il sindaco ha voluto alla guida della municipalizzata concentrati sulla spartizione di premi e code contrattali.

Come se non bastassero il MILIONE di €, che si sono divisi in pochi e premi che si arrogano ad ogni contrattazione, oppure gli straordinari non necessari per controlleria e servizi che non vanno nella direzione dell’utenza e maggiore efficienza dei trasporti!

Dopo l’ennesima contrattazione dove chiedono ancora soldi soldi… per gli adeguamenti contrattuali –sempre per i soliti intimissimi!!!!- il personale part-time che da dieci anni si vede sempre escluso dalle tematiche di lavoro senza essere definitivamente stabilizzati, contrattualizzato in full-time -hanno deciso di attuare L’ASTENSIONE dagli STRAORDINARI.

In un momento in cui l’azienda – da quanto dichiara - gode di ottima salute come dimostrato le recente uscite pubbliche sulla efficienza di questa azienda e su quanto scrivono : ma i soldi servono per altre cose!!

Ma i manager il top della managerialità nostrana, in chiave ed atteggiamento antisindacale ha avviato colloqui individuali volti a indurre l’uscita dei bus con autisti costretti alla guida per 12 DODICI continuative - il dipendente monta in servizio alle ore 13,50 sul bus con passeggeri a bordo e smonta alle 00,40 !!!!

Una situazione fortemente negativa sul piano delle relazioni industriali, e sulla sicurezza sia degli operatori che della cittadinanza catanzarese !!

Appare sempre di più evidente che l’azienda amc abbia scelto il terreno del conflitto con i lavoratori e con la USB.

Ma cè di più per non smentirsi da manager aziendali, - alla guida dei bus locali utilizza pure il personale DICHIARATO da una commissione medica pubblica NON IDONEO per il trasporto dell’utenza catanzarese !!

 

Non aggiungiamo altro se non rivolgerci agli organi di polizia alla prefettura locale al fine di bloccare questi pericolosi amministratori locali che giocano con la pelle dei lavoratori e dell’utenza della città.

 

 

- jiritano - USB lavoro privato – provincia di Catanzaro tpl 27 febbraio 2019

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni