Trasporto Pubblico Locale CATANZARO – AMC PART-TIME : di nuovo rimandati… a data da destinarsi

Catanzaro -

Si è consumato, come previsto, l'ennesimo teatrino sulla pelle dei part time Amc. Sindaco, management e OS, attorno a un tavolo (13.03.2019) per discutere di quello che da dieci anni TUTTI conoscono, un “operetta a cento atti “ che si protrae da anni.

Risultato? Zero, dopo il giochetto delle parti, dove tutti discutono dei part time, ogni mese inventano un tavolo per far vedere che ce tutta una discussione aperta intorno alla loro definitiva contrattualizzazione a full-time, la conclusione dei tavoli? Rimarranno ancora tali per chissà quanto! un armamentario di ridicole argomentazioni, usato per nascondere la volontà di colpire i lavoratori part-time in un settore che per quanto dichiarano la crisi non esiste. Azienda, sindaco e organizzazioni sindacali non vogliono proprio lasciarsi sfuggire l’occasione di mantenere e precarizzare ulteriormente l’occupazione.

 

Perche'? Perché i soldi che c'erano per i part time e per definire un contratto di secondo livello, sono finiti per pagare: avanzamenti – promozioni – straordinario.. a fiumi, consulenze esterne, prebende ad personam. Tutto messo nero su bianco dai questI manager, con tanto di verbale. Una azienda, Amc, che per l'interesse di pochi ha distrutto lavoratori e famiglie che oggi continueranno a non arrivare a fine mese, condannandoli alla povertà. Continuano a fare cassa sulle spalle dei lavoratori.

Mentre il lavoratore sgobba, la CASTA catanzarese delle partecipate se la gode…

Mentre chi lavora sputa il sangue questi signori passeggiano…

Mentre c’è chi fa turni impossibili, questi “rappresentanti”, che hanno concordato turni infami con l’azienda, si alzano dal letto quando gli va…

Chi osa contrastare l’azienda e i propri vertici sindacali viene rimesso subito in “produzione” e colpito da sanzioni disciplinari – sanno amministrare solo cosi!!

 

Di fronte a ciò USB ribadisce la necessità di continuare la lotta che prevede il blocco dello straordinario e dei servizi al di fuori dalle norme contrattuali. La lotta contro le clientele più becere che si perpetuano ogni giorno piazzando ovunque i loro accoliti e che continuano a recitare la parte di chi sta dalla parte dei lavoratori però firmano tutto quello che giunge a loro favore.

Con quale faccia? Non si sa!! Intanto l'azienda del trasporto pubblico boccheggia con turni soppressi, imboscati che non guidano e servizi che saltano – ed utenza che impreca!! . Fin quando? Fin quando i part time non verranno stabilizzati.

 

- jiritano - USB lavoro privato – provincia di Catanzaro tpl 14 marzo 2019