USB SCUOLA – CALDAIE FUORI USO E STUDENTI AL FREDDO

Catanzaro -

Calano le temperature e la prevenzione o meglio la tutela dei nostri figli, non alloggia nella mente della politica catanzarese, Il freddo di questi ultimi giorni, che ha fatto calare le temperature, ha raffreddato prima del tempo le mura e gli ambienti delle scuole a Catanzaro.

Se ce ne fosse bisogno vorremmo ricordare al presidente della provincia di Catanzaro e sindaco oltre al provveditorato agli studi catanzarese, che la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici: messa in sicurezza degli edifici, messa a norma degli impianti, le utenze elettriche e telefoniche, l'acqua il gas o gasolio, per il riscaldamento ed per i relativi impianti… sono a carico loro.

Poi se oltre alla carta igienica, ai detersivi alle scope ed i secchielli… devono provvedere i genitori ce lo dicessero che chiediamo l’anticipo delle tredicesime – chi la percepisce - e risolviamo anche i problemi dei figli studenti di Catanzaro!! Non ce pace nemmeno per gli studenti a Catanzaro!!

Visto che le temperature che di primissima mattina hanno raggiunto finanche i nove gradi.

Da qui la protesta dei genitori mai sopita che unitamente alla USB provinciale, tornano a farsi sentire per i riscaldamenti spenti, o caldaie non funzionanti come il plesso scolastico scuola dell’infanzia via Emilia, a Santa Maria di Catanzaro il Mattia Preti.

Nelle aule fa freddo, fanno notare alcuni genitori, soprattutto nelle prime ore della mattina i bambini e gli insegnati, sono costretti a stare fermi sui banchi, perché non hanno nemmeno aree o palestre dove potersi muovere un pochino e riscaldare. Per questo, chiediamo come USB, un intervento risolutivo da parte del Comune o della provincia. La situazione, inoltre, è particolarmente delicata nelle aule , dove le temperature salgono o scendono in base a quelle esterne più rapidamente trattandosi di strutture con ampie aule.

E’ mai possibile che pure per andare a scuola in questa città diventa una traversia? Eppure i meteorologi avevano annunciato che i gradi di calore si sarebbero abbassate da un giorno all’altro, ma a Catanzaro NON sono serviti, come dicevamo prima la prevenzione non è argomento a cui gli amministratori sono abituati!! Adesso occorre intervenire in modo tempestivo, molti di loro sono piccoli di età e sono già alle prese con influenze e malanni prima del tempo. Nelle more di ricevere qualche cenno di raffronto, in attesa che i termosifoni vengano accesi, invitiamo i genitori a vestire i loro figli a strati con maglioni e giubbini doppi da mettere o levare all’occorrenza.

 

Catanzaro, 4 dicembre 2018 Per la USB scuola provinciale Catanzaro - jiritano antonio