I VVF PRECAI DELLA CALABRIA CHIEDONO LA STABILIZZAZIONE

USB VVF CALABRIA: I FIGLI DELLA RISOLUZIONE FIANO RIVENDICANO L’APPLICAZIONE DELLA STABILIZZAZIONE ATTRAVERSO L'APPLICAZIONE DELLA RISOLUZIONE FIANO

Catanzaro -

 

I lavoratori precari dei Vigili del Fuoco aderenti all’Unione Sindacale di Base della Calabria, sono scesi in piazza in protesta davanti le rispettive Prefetture di appartenenza, mentre analoghe manifestazioni si sono svolte anche nel resto d’Italia

Il motivo della protesta è scaturito dalla situazione dei lavoratori precari giunti ormai al limite della sopportazione per cui, stanchi delle solite “parole-parole”, rivendicano adesso il momento dei fatti, il momento di applicare l’ormai famosa “Risoluzione Fiano”, costruita con l’apporto fondamentale della USB.

A Roma, l’on Fabbri, interlocutore per conto del Governo dei precari in piazza ha ribadito che gli impegni presi in materia di Stabilizzazione ed Assunzioni di tutto il personale precario VV.F. sta continuando nella direzione del “compimento”, per mettere la parola fine al precariato nei Vigili del Fuoco.

Inoltre, il Ministro Madia ci ha rassicurato che entro il 21 o 22 settembre, ci sarà incontro con l’USB per discutere dei soldi che devono essere stanziati nella Legge di Stabilità, proprio per la stabilizzazione e l’assunzione dei precari VV.F.

La Calabria ha risposto con una buona partecipazione alle manifestazioni svolte davanti le prefetture delle 5 province, per ribadire che è arrivato il momento in cui bisogna mettere un punto alla storia infinita del precariato nei Vigili del Fuoco, per assicurare un futuro dignitoso a tutti i precari e, nel contempo, dare sicurezza ai cittadini, rafforzando la macchina dei soccorsi.


                           Coordinamento VVF Precari Calabria