IL caso del CENTRO PROTESI INAIL di Lamezia Terme

Lamezia Terme -

Grazie al lavoro svolto dai responsabili USB P.I. Calabria settore parastato INAIL sede regionale, si è sbloccato forse (preferiamo stare ancora con i piedi per terra) la ventennale esistenza di un fabbricato sito all'interno dell'ex area SIR di Lamezia Terme.

Infatti dopo svariato tempo di affitto pagato a vuoto circa 160.000,00 € annui , ieri la Regione Calabria nella persona del Presidente Scopelliti in qualità di Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro e da Massimo De Felice, Presidente dell’Inail, il protocollo d’intesa che attua l’accordo quadro Stato-Regioni del 2 febbraio 2012, che consente all’Inail di erogare prestazioni di assistenza sanitaria riabilitativa non ospedaliera che integrano quelle offerte dal Servizio sanitario nazionale.

Certamente si poteva fare prima e utilizzare le somme pagate in investimenti e approvvigionamenti delle sedi INAIL carenti in tutto.

USB P.I. seguirà da vicino il prosieguo di quanto annunciato ieri sia a livello locale sede regionale INAIL che sede Centrale, perchè l'apertura di questo centro Protesi atteso da anni e che ha visto migliaia di pazienti rivolgersi a strutture sanitarie fuori Regione, non solo favorirà i familiari che assistono i propri cari, ma porterà anche e sopratutto OCCUPAZIONE in questa martoriata parte d'Italia.

 

 

 

 

www.regione.calabria.it/index.php

 

Federazione Regionale USB P.I. Calabria