ILLEGALITA’ ALL’ATP DI COSENZA

Catanzaro -

L’USB PI Calabria esprime forte preoccupazione e denuncia ciò che ritiene illegale nella gestione delle risorse umane

presso l’ATP di Cosenza :

Il Dirigente dell’ l’Ufficio Scolastico Provinciale di Cosenza ignora il richiamo del MIUR con nota Dirigenziale Generale n.

16300 del 30.10.2017 e la successiva nota del MIUR prot. 0005378 del 23/03/2018 con la quale si precisa che : “….la

normativa vigente non consente di utilizzare personale di altro comparto presso gli uffici centrali e territoriali del Ministero,

al di fuori di casi tassativamente previsti e nel rispetto di condizioni ben precise. Non risulta, inoltre, che sia consentito

utilizzare il personale articolandone l'orario di lavoro in modo frazionato su sedi diverse”

Il Dirigente dell’ufficio V con la complicità dei sindacati “rappresentativi” arbitrariamente utilizza il seguente personale

(una parte utilizzandolo in modo frazionato sulla sede di titolarità e sulla sede ATP di Cosenza):

3 Assistenti Amministrativi 2 Titolari di sede ,1 supplente.

3 DSGA Tutti titolari di sede

1 Assistente Tecnico Titolare di sede

2 Docenti Scuola Primaria 1 Titolare a LODI 1 Titolare con sede

2 docenti scuola secondaria I Grado Tutti titolare di sede

6 docenti Scuola Secondaria di II Grado 1 titolare a Genova e 5 titolari sede da assegnare

Nei due incontri avuti, uno presso la Direzione Regionale alla presenza Direttore Generale Dott. Diego Bouché, l’atro

presso l’ATP di Cosenza con il Dirigente Dott. Luciano Greco, l’USB ha manifestato la sua contrarietà all’utilizzo del

personale docente ed Ata presso l’ATP di Cosenza al di fuori delle norme previste.

La grave carenza di organico presso L’ATP di Cosenza, ad oggi costituito da:

2 funzionari in servizio ed 1 comandato presso l’Università di CZ (su 7 in organico)

40 amministrativi, di cui due andranno in pensione a Luglio 2018 e due a Novembre /Dicembre 2018, due sono in malattia

da anni.

6 ex 113, di cui 5 docenti ed un DSGA

Altre 17 Unità, 13 docenti e 4 ATA, utilizzati illegittimamente.

Addirittura vengono utilizzati 3 DSGA, nonostante il loro organico sia sottodimensionato di 15 unità.

Uno di questi si presenta e riceve come “vice Provveditore”.

Questa utilizzazione (fuori da ogni norma) delegittima il personale impegnato in ruoli rilevanti e di responsabilità, rischia di

far saltare l’idea di una amministrazione imparziale, rispettosa della legalità, trasparente: è facile pensare che chi assume

un ruolo illegittimamente non possa nei fatti essere garante della legalità.

Questa utilizzazione non consente l’erogazione di servizi essenziali, né a scuola né presso gli ATP, per la complessità dei

problemi che quotidianamente devono essere risolti.

L’USB chiede quindi agli uffici di competenza:

 di adottare tutte le misure idonee alla copertura delle carenze di organico, anche attraverso la

progressione e valorizzazione del personale interno.

 di agire per sbloccare il turnover, garantendo la copertura delle carenze di organico anche secondo le

previsioni di transito di cui al comma 133 legge 107/2015.

Catanzaro 23/05/2017

 

USB PI Calabria

Rocco Coluccio

Federazione Regionale USB P.I. Calabria