COMUNICATO STAMPA Trasporto Pubblico Locale CATANZARO – AMC

Dopo mesi di mancate risposte- non hanno argomenti!

Si passa all’accertamento di abuso di ufficio e danno erariale

Catanzaro -

Avevamo posto al nostro caro sindaco di Catanzaro, dieci domande sulla gestione AMC, evidentemente erano cosi troppe che ha preferito fare altro che interessarsi della municipalizzata e dei suoi lavoratori!.

Oggi riteniamo a buon veduta che siamo passati nel campo delle denunce per accertare se sussiste l’abuso di ufficio ed il danno erariale a tutti i cittadini di Catanzaro.

Alla AMC di Catanzaro ormai la gestione amministrativa assomiglia collezione dei regolamenti della real marina anno 1841 n° 266 – FACITE AMMUINA …..tutti chilli che stanno a prora vann' a poppa e chilli che stann' a poppa vann' a prora; chilli che stann' a dritta vann' a sinistra…..

Il buon andamento e l’imparzialità della P.A. o delle aziende pubbliche sono requisiti richiamati dall’art. 97, Costituzione, che non trovano allocazione nella città di Catanzaro, la prevaricazione e l’arronzare la fanno da padrone.

Veniamo ai fatti, senza andare troppo indietro:

----vengono fatti degli avanzamenti di carriera, 53 per la precisione, dalla vecchia gestione cosi hanno detto – nel verbale del 6 marzo 2017 dove la USB in perfetta solitudine denunciava un abuso sull’attribuzione senza alcun criterio, l’attuale gestione della AMC dichiarava : - ….. “ gli ordini di servizio verranno revocati in toto perché ritenuti irregolari …….. riconoscendo un solo avanzamento ai dipendenti…….. !!!

----leggendo prima di tutto il verbale che l’azienda si è data per gli avanzamenti e promozioni notiamo che i firmatari sono i dirigenti sindacali che poi sono passati dirigenti dell’azienda (!) e soprattutto il protempore direttore già condannato e interdetto dagli uffici (!!!!!) – rileviamo che per accedere ai livelli superiori in alcuni casi serve la laurea - in altri il diploma – in ogni caso bisogna indire un concorso ed una commissione esaminatrice e soprattutto non si può transitare da una area all’altra .

leggiamo gli ordini di servizio caro sindaco, e quanto da USB denunciato traspare in modo evidente : doppi e tripli passaggi …. Per alcuni assenza di laure ed assenza di diploma …. Ma soprattutto nessuna commissione li ha esaminati nessun concorso è stato indetto….. hanno applicato il regolamento FACIMMA AMMUINA!! Per questa ammuina l’utenza paga oltre 250mila€ e tanti lavoratori restano sempre precari!!!

A ciò aggiungiamo 100 mila € circa di straordinari più 3000 € di premi (!) più le consulenze più gli incarichi … più tutto quello che ce cannibalizzare !!!

Come USB riteniamo che siamo oltre l’abuso di ufficio ed il danno per le casse dei cittadini, per questo abbiamo deciso di inoltrare altre denunce legali e sindacali proprio per l’incapacità cronica di svolgere funzioni amministrative in una azienda quale quella dei trasporti catanzaresi- ogni giorno ogni atto che leggiamo, dagli ausiliari del traffico alle convenzioni telefoniche ai premi o consulenze, hanno tutte il sapore di aggirare goffamente i regolamenti che loro stessi firmano ma soprattutto si pongono al di fuori della legge.

Ci sarebbe tanto altro ma non vogliamo appesantire il succo di questo comunicato a scapito della descrizione dell’ennesimo malefatte di questa amministrazione comunale, responsabile a nostro avviso di danno erariale continuato e abuso di ufficio – continuate a fare ammuina noi confidiamo nelle nostre capacità sindacali vista l’assenza completa delle istituzioni catanzarese tutte sorde e cieche!!

 

 

per USB LAVORO PRIVATO - PROVINCIA DI CATANZARO TPL
Antonio Jiritano